Beato Edmondo Bojanowski

La Casa di Cura "Maria della Letizia" a Velletri-Roma

La Casa di Cura "Maria della Letizia" a Velletri-Roma

Le Studentesse all'Università Pontificia Salesiana a Roma

Le Studentesse all'Università Pontificia Salesiana a Roma

La Casa di Cura "Maria della Letizia"
a Velletri-Roma

Beato EDMONDO BOJANOWSKI (1814 - 1871)

Fondatore della Congregazione delle Suore Ancelle della B.V.M. Immacolata, laico, polacco. Figlio di un possidente terriero. Per amore verso Dio e verso l'Immacolata dedicó tutta la sua vita al servizio delle persone bisognose, specialmente dei bambini abbandonati, dei malati e dei poveri. A loro distribuí i propri beni materiali, ad essi dedicó le proprie capacitá letterarie e pedagogiche, il tempo e le forze, e tutta la propria vita. Ha saputo riconoscere i segni dei tempi. Edmondo Bojanowski interpretó il Vangelo alla lettera, per cui la sua vita divenne una lezione di amore, di rispetto e dedizione agli altri.

Questi valori e compiti trasmise alla famiglia religiosa delle Ancelle della B.V.M. - oggi la Congregazione piú numerosa in Polonia - che fondó nel 1850 per provvedere alle necessitá del popolo. Alla sua opera Edmondo Bojanowski diede il nome legato a quello della Vergine Maria, a Lei egli stesso molto devoto.

Attualmente questa Famiglia opera in quatro distinte Congregazioni (Ancelle della Polonia Maggiore, di Stara Wieś, di Slesia, di Dębica), e conta circa tremilacinquecento Suore.

ALCUNI TRATTI PARTICOLARI DEL SERVIZIO DELLE ANCELLE

„La spiritualità del servizio semplice e disinteressato, fin dalla fondazione, ha donato alla chiesa una schiera di ragazze, che hanno speso e consumato la loro vita accanto ai piú poveri, spesso con immani sacrifici e gioiosa dedizione, che tratteggiano di eroismo la loro prima stagione ma anche l'impegno attuale:

  • Le Scuole materne, gli orfanotrofi, i centri per bambini abbandonati o handicappati esprimono tutta la maternitá feconda delle Ancelle, e propriamente in quelle parti del mondo, dove il Volto di Gesú é piú doloroso e somigliante a quello del Servo di Jahvé: esse stesse, madri ed educatrici, si fanno serve dei poveri!
  • La catechesi nelle parrocchie, la visita e l'operosità nelle carceri le accostano alla gioia dell'annunzio e le rendono nuove sorelle di Gesú abbandonato nell'emarginazione e nelle carceri.
  • La vigilanza e il conforto alla sofferenza degli uomini: Le Case di Cura per ammalati terminali o particolarmente bisognosi, l'assistenza agli anziani, gli ambulatori in terra di missione conntano la loro testimonianza di amorosa compagna a Gesú che soffre nei fratelli.
  • I campi dell'apostolato ecclesiale sono sterminati: dal servizio nei centri diocesani alla partecipazione ai movimenti ecclesiali; dal servizio nei centri diocesani alla partecipazione ai movimenti ecclesiali; dai dispensari per i poveri alla cura dei sacerdoti nelle loro mansioni o infermitá; dall'impegno nella stampa cattolica allo slancio missionario; dalle cucine alle scuole; dall'insegnamento all'umiltà del servizio piú nascosto." ( Cristoforo Bove, In punta di piedi...a servizio dei poveri p.51)

Il 13 giugno 1999 il Santo Padre Giovanni Paolo II lo dichiaró beato, proponendolo ai fedeli come modello dell'uomo che pienamente realizzó la sua vocazione cristiana.

EDMONDO BOJANOWSKI NEL MESSAGGIO

DEL SANTO PADRE GIOVANNI PAOLO II

in occasione della solenne Beatifikazione

(Varsavia-Piazza Józef Piłsudski, 13 giugno 1999)

L'apostolato della misericordia riempí la vita anche del Beato Edmondo Bojanowski. Questo proprietario terriero di Wielkopolska, dotato da Dio di numerosi talenti e di una particolare profondità di vita spirituale, nonostante fosse di salute cagionevole, con perseveranza, con prudenza e con generosità di cuore svolse e ispiró una vasta attività a favore del popolo rurale. Guidato da un discernimento pieno di sensibilità verso le necessità, diede inizio a numerose opere educative, caritative e religiose, di sostegno materiale e morale della famiglia rurale. Rimanendo laico, fondó la Congregazione delle Ancelle della Beata Vergine Immacolata, ben conosciuta in Polonia. A guidarlo in ogni iniziativa era il desiderio che tutti diventassero partecipi della redenzione. Si é iscritto nel ricordo umano come „un uomo cordialmente buono", che per amore di Dio e degli uomini sapeva eficacemente unire i vari ambienti intorno al bene. Nella sua ricca attivitá precedette di molto ció che il Concilio Vaticano II ha detto sul tema dell'apostolato dei laici. Diede un esempio eccezionale di generoso e sapiente, lavoro per l'uomo, per la patria e per la Chiesa. L'opera del beato Edmondo Bojanowski viene continuata dalle Suore Ancelle, che saluto di tutto cuore e che ringrazio per il servizio silenzioso e colmo di spirito di sacrificio a favore dell'uomo e della Chiesa.

PREGHIERA

per ottenere grazie per 'interecessione

del Beato Edmondo Bojanowski

Dio, Padre onnipotente, fonte di ogni bene, imploro umilmente la grazia ...... La chiedo per l'intercessione del Beato Edmondo Bojanowski, che ha amato solo Te con tutte le forze e nulla mai ti ha rifiutato nella sua vita.

Fiducioso nella mediazione di Maria, la Vergine Immacolata, Ti supplico di fare del Beato Edmondo, protettore dei bambini, poveri e ammalati, un Santo Intercessore del popolo di Dio, in tutte le sue aflizioni e le sue necessitá. Amen.

Padre nostro... Ave Maria... Gloria...

 
  • Pracuj dušou milujúcou Boha, pracuj rukami v službe biednym a chorým, akoby si slúžila samotnému Ježišovi. (List s. Filomene Gruszkovej, 29.08.1867)